Libri per chi non ha tempo di leggere – Cronaca di una morte annunciata

Io vorrei anche leggere, ma non ho mai tempo”: se questa frase vi rappresenta, avete tutta la mia comprensione. La vita è piena di impegni, il tempo libero è poco e magari in parte volete anche dedicarlo ad amici e famiglia. Chissà, forse c’è stato un tempo in cui leggevate libri da mille pagine come se niente fosse, ma adesso stentate a credere che sia successo davvero. Oppure siete sempre stati lettori occasionali, ma un po’ vi dispiace e vorreste rimediare.

Per tutti voi, ma anche per quelli che semplicemente non hanno voglia di portarsi il tomo di mille pagine in treno o in metropolitana, c’è una buona notizia: il mondo è pieno di libri allo stesso tempo brevi e interessanti. Tra questi, Cronaca di una morte annunciata.

Di cosa stiamo parlando: Cronaca di una morte annunciata è un romanzo di Gabriel Garcia Marquez, premio Nobel per la letteratura nel 1982 e autore del classico contemporaneo Cent’Anni di Solitudine. Il romanzo viene pubblicato nel 1981, ma dipinge una realtà fuori dal tempo, dove la modernità non ha tolto nulla alla dignità di sogni premonitori e visioni.

In un villaggio dell’America Latina, una giovane sposa viene ripudiata poche ore dopo le nozze perché non più vergine; i suoi fratelli, i gemelli Pedro e Pablo Vicario, decidono di vendicarne l’onore uccidendo Santiago Nasar, l’uomo che la ragazza ha indicato come responsabile del fatto. Non è chiaro se sia lui il vero ‘colpevole’, ma è chiaro che i gemelli vorrebbero sottrarsi a quello che appare loro come un obbligo ineluttabile. Così, ancora ubriachi dai festeggiamenti per le nozze, annunciano a quanta più gente possibile le loro intenzioni, nell’inconfessabile speranza che qualcuno li fermi.

Presto, tutti hanno sentito dire che Santiago Nasar verrà ucciso. Ma tra chi pensa che siano solo deliri da ubriachi, chi è certo che qualcun altro si stia muovendo per impedire la tragedia e chi decide che non è affar suo immischiarsi in questioni di onore, nessuno ferma davvero i gemelli.

Per molti versi, protagonista del romanzo è proprio la fatalità che muove gli eventi; i personaggi, anche quando agiscono, appaiono attori passivi di una storia già scritta, di cui non è possibile modificare lo svolgimento. È proprio questo a dare alla narrazione un fascino quasi onirico, man mano che viene ricostruito l’incastro di circostanze che hanno permesso alla tragedia di compiersi.

È il libro giusto per voi se: avete voglia di una lettura leggera ma non banale, breve ma capace di affrescare un’intera comunità, in un’ambientazione dove eventi eccezionali si mischiano con tanti piccoli dettagli della quotidianità di paese.

Probabilmente non fa per voi se: siete amanti dei colpi di scena, perché qui proprio non ce ne sono. Potreste storcere il naso anche se siete quel tipo di lettore che odia tenere a mente troppi personaggi: data la brevità del romanzo, il numero complessivo non è elevatissimo, ma la densità è considerevole.

Conclusione: stiamo parlando di Garcia Marquez, la qualità artistica è fuori discussione. Ovviamente, è legittimo che non sia nelle vostre corde. Ma se cercate qualcosa di breve e inusuale, fateci un pensierino.

Viviana Tenga

Un pensiero riguardo “Libri per chi non ha tempo di leggere – Cronaca di una morte annunciata

Lascia un commento